torta carote
Vassoio Poloplast

Oggi torta di carote e mandorle molto molto simili alle famose merendine Camille.
La ricetta me la segnai tanto tempo fa dal blog di Assunta, e ho provato a ricrearla più volte fino a quando ho avuto l’illuminazione che secondo me le ha rese ancora più simili a quelle vere.
Ho voluto aggiungere la scorza di arancia essiccata e polverizzata e questo secondo me le ha dato una marcia in più, sembrerebbe l’ingrediente segreto per renderla perfetta! Provatela e ditemi come l’avete trovata.

torta carote camille

TORTA DI CAROTE E MANDORLE SIMIL CAMILLE

 
Ingredienti
3 uova
200 g di zucchero a velo
80 ml di olio di semi
100 g di succo di arancia 
120 g di farina di mandorle
260 g di carote
180 g di farina 00
1 cucchiaino di buccia di arancia essiccata e polverizzata
1 scorza di arancia
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
torta carote mandorle


Procedimento

Pelare le carote, grattugiarle e versarle in un mixer insieme all’olio e al succo di arancia fino a formare una crema
In una ciotola montare le uova con lo zucchero, senza che sia necessario che diventi bianchissimo e spumoso, aggiungere la farina di mandorle, il sale, la scorza di arancia grattugiata e il cucchiaino di buccia di arancia essiccata (*) e il composto di carote.
Versare a pioggia la farina insieme al lievito, e versare nella tortiera cuocendola a 180° 20 minuti circa, facendo sempre la prova stecchino.
Si conserva per giorni se ben coperta con pellicola.

(*) Se non siete in possesso di un essiccatore: Sbucciare le arance creando una spirale. Mettere la buccia ad asciugare all’aria per almeno 4-5 giorni. Dopo questa operazione, passare la buccia in forno a 90° fino a che prenda un color caramello.
Passarle in un macinino o in un mixer rendendolo a polvere.

11 Comments on Torta di carote e mandorle simil Camille

  1. Manu
    20 gennaio 2015 at 8:46 (3 anni ago)

    Buona la torta di carote, fantastica.
    Un abbraccio

    Rispondi
  2. la cucina della Pallina
    20 gennaio 2015 at 10:41 (3 anni ago)

    e ho anche in casa la scorza dell'arancia essiccata! dev'essere buonissima la tua torta-camilla!
    un abbraccio
    raffaella

    Rispondi
  3. Monica Gentili
    20 gennaio 2015 at 12:20 (3 anni ago)

    Bella, buona e sana. Sono queste le torte che veramente mi fanno impazzire! Non l'ho provata ma a leggere la ricetta trovo che la tua aggiunta le dia davvero quella marcia in più!
    A presto, Monica

    Rispondi
  4. paola
    20 gennaio 2015 at 18:53 (3 anni ago)

    buonissima mio marito me la chiede ed è da parecchio che non la preparo, ecco quasi quasi ne prendo una fetta da te,felice sera

    Rispondi
  5. Velia Serino
    21 gennaio 2015 at 5:44 (3 anni ago)

    Che buone le camille! Sai che non avevo mai pensato di essiccare le bucce in questo modo? Non avendo l'essiccatore credevo fosse difficile farlo in forno ( tipo 40 ore di forno acceso al minimo…:(( ), invece…
    Proverò, ricetta e bucce!
    Bacio

    Rispondi
  6. Claudia
    21 gennaio 2015 at 13:07 (3 anni ago)

    Homprovato le camille di Assunta.. una verabontà!!! tu mi dici che così hai raggiunto la perfezione??? dovrò procurarmi sta scorza essiccata.. baci e buona giornata 🙂

    Rispondi
  7. Assunta Pecorelli
    21 gennaio 2015 at 15:18 (3 anni ago)

    Sì, è davvero un'intuizione fantastica l'aggiunta della scorza d'arancia essiccata, bravissima!!!
    La torta è splendida davvero, felicissima che tu abbia ottenuto questo bel risultato con la mia ricetta!
    Grazie di cuore, Sonia, un bacio!

    Rispondi
  8. Emanuela Leveratto
    6 febbraio 2015 at 15:21 (3 anni ago)

    segnata!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! adoro le camille e l'idea di avere una camilla gigante da mangiare mi rende stra felice!!!

    Rispondi
  9. Linda
    29 gennaio 2016 at 10:27 (2 anni ago)

    Ciao Sonia, volevo chiederti una precisazione.
    Le uova devono essere montate con lo zucchero o lo zucchero a velo?

    Mi sto segnando la ricetta, la farò nei prossimi giorni!!
    Dev’essere proprio deliziosa 🙂

    Un saluto, Linda

    Rispondi
    • Sonia Moi
      29 gennaio 2016 at 14:44 (2 anni ago)

      Ciao Linda, grazie del commento.
      Le uova devono essere montate con lo zucchero a velo, effettivamente nella descrizione non l’ho specificato.
      Fammi sapere come l’hai trovata.
      A presto

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *